lunedì 18 gennaio 2010

messaggio di Gesù per noi

Lentamente, e maestosamente nello stesso momento, mi è apparso come se scendesse un sentiero in mezzo a verdi prati e monti. Questo è quello che mi ha dato di vedere, dandomi la sensazione di essere un viaggiatore del tempo, che viene a noi - come allora - a divulgare la sua parola. Chi è che tanto può? Gesù, il Figlio di Dio; ed ecco, per tutti noi - come lui vuole che sia - le sue parole:
“Cari fratelli e sorelle, e caro messo - che scriverai ciò che deve essere riportato ai figli di Dio - voglio parlarvi oggi, in modo che le mie parole possano insegnarvi qualcosa; qualcosa che voglio vi aiuti nel percorso della conversione, e della rinnovata e ritrovata fede, che avete dimenticato. Ora, vi prego, ascoltate.
Io sono Gesù, figlio di Dio; vorrei che imparaste, voi tutti, ad amarmi. Sì, ad amarmi in modo semplice, e senza temermi. Io – Gesù - sono uno di voi, sono vostro fratello. E' vero, sono figlio di Dio; ma cosa vuole dire Dio? Dio, vuole dire Padre; il Padre che ha creato tutti voi; Dio, vuole dire amore; amore per tutto ciò che è il creato e, sopratutto, per l'uomo. Sì, per voi che siete uomini e donne, su questa terra. Ricordate, siete su questa terra perché vostro Padre l'ha voluto e, con amore, vi ha creato.
Quell'amore che Lui non dimentica mai, verso di voi; quell'amore che ha trasmesso anche a voi, dandovi il sentimento più bello che esiste.
In voi, cari fratelli e sorelle, ha messo tutto ciò che di buono si possa mettere, dandovi la facoltà di ragionare; di creare con il dono dell'intelligenza, dell'intelletto, e dandovi la libertà di scegliere; scegliere come e dove vivere; scegliere cosa fare nella propria vita; scegliere, anche, di non amare il Padre che vi ha creato. Ditemi, chi altro può darvi tanta libertà? Il Padre che dice al figlio: Vai! Sei libero di andare, ma – attento! - se percorri certe strade, finirai per giocarti la vita e quello che è lo scopo finale della vita: il premio eterno. Ma il figlio, curioso e debole davanti alle tentazioni, cede, e percorre proprio le strade da cui il Padre l'ha messo in guardia, cadendo nel peccato e nell'odio. Cadendo, sì cadendo, davanti alla sua vita; fallendo lo scopo della sua vita, ma - ecco la bontà infinita del Padre - se il figlio chiede scusa e ritorna a casa, il Padre lo accoglie e lo perdona: ecco chi è Dio.
Allora, fratelli e sorelle, ascoltatemi. Vorrei che parlaste con me, Gesù, come parlate ad un fratello; all'amico più caro, a voi stessi. Lasciate che questa immagine di me, e di mio e vostro Padre, vi si fermi in mente. Non temete Dio; non temete Gesù, ma amateci come amate voi stessi; parlateci come se parlaste al vostro migliore confidente, e ricordate che a noi potete affidare i vostri sogni, i vostri progetti, i vostri segreti, perché Io – Gesù - e il Padre Onnipotente non vi tradiremo mai.
Parlate con me, Gesù, nei vostri momenti di gioia e di dolore o, semplicemente, quando ne avete voglia; quando avete voglia di essere ascoltati - cosa che, nel vostro tempo, sembra che nessuno sappia più fare.
Non temete; non temete né Dio, né il Figlio di Dio, poiché noi siamo qui per voi; per aiutarvi nel vostro percorso.
Infine io, Gesù, a voi tutti dico: solo chi vivrà nell'odio, nell'egoismo; solo chi ucciderà il prossimo; farà del male al prossimo, ai propri figli, ai propri fratelli, alla propria moglie o al proprio marito; calpesterà l'umile e bastonerà il debole e, gravemente e volontariamente, infrangerà le leggi di Dio; costui dovrà temere il giudizio Divino.
Cari fratelli e sorelle, io - Gesù - vi invito a pregare, poiché la preghiera è parlare con Dio e con il suo Regno. Fatelo con il cuore; fatelo con parole vostre. L'importante è che riprendiate a parlare con me, con Dio, e il regno tutto. La casa del Padre è sempre aperta per il figlio che torna. La chiesa è la casa del Signore; entrate, e ascoltate la sua calma, il suo calore umano. Le chiese sono rimaste estranee al vostro caos, e lì è più facile parlare con il Padre, e dirgli: eccomi, sono qui, chiedo perdono e mi pento dei miei peccati. Il Padre vi risponderà: entra e mettiti comodo; sono pronto ad ascoltarti, perché io ti ho già perdonato.
Io, Gesù, vi benedico e che la mia benedizione vi porti, felici, nel Regno di Dio

18 commenti:

  1. Ciao Dardo! E' molto bello il messaggio che Gesù ti ha trasmesso per tutti noi!
    Grazie Gesù per le Tue Parole piene di amore e di tenerezza nei nostri confronti! Tu ci inviti a non temerTi; ci inviti ad amarTi e ad amare il Padre con vero affetto di figli! Grazie Gesù perchè ci indichi la Via da seguire per essere felici in questa vita e nell'altra! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!
    E grazie anche a te, Dardo che doni la tua disponibilità ed il tuo tempo per il Regno dei Cieli!
    Dio ti benedica!
    Scarlet

    RispondiElimina
  2. Ho sentito in queste frasi le parole di un Amico...forse pensiamo troppo spesso ad un Dio severo pronto a giudicarci... Dio è misericordioso ci ama e non ci farà mai del male anche se noi ne facciamo tanto a Lui...
    Grazie Amico Gesu'...non abbandonarci mai!!
    Roberto

    RispondiElimina
  3. Mi unisco anch'io ai ringraziamenti di altri per questo messaggio che ci ricorda, una volta di più, che Dio, che Gesù è prima di tutto infinito amore ed infinita misericordia e che è sempre pronto a scorgere in noi ogni minimo segno di conversione a Lui. Grazie per i messaggi che ci traasmetti. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  4. Signore Gesù, Ti amo e Ti lodo per la Tua grandezza misericordia e amore per noi! grazie perché ci ascolti anche se noi spesso non ascoltiamo Te e la Tua parola!
    Lode e gloria a Te Signore!
    Dardo, Dio ti benedica!

    Elena

    RispondiElimina
  5. Questa notte ho fatto un sogno,
    ho sognato che ho camminato sulla sabbia
    accompagnato dal Signore
    e sullo schermo della notte erano proiettati
    tutti i giorni della mia vita.

    Ho guardato indietro e ho visto che
    ad ogni giorno della mia vita,
    apparivano due orme sulla sabbia:
    una mia e una del Signore.

    Così sono andato avanti, finché
    tutti i miei giorni si esaurirono.

    Allora mi fermai guardando indietro,
    notando che in certi punti
    c'era solo un'orma...
    Questi posti coincidevano con i giorni
    più difficili della mia vita;
    i giorni di maggior angustia,
    di maggiore paura e di maggior dolore.

    Ho domandato, allora:
    "Signore, Tu avevi detto che saresti stato con me
    in tutti i giorni della mia vita,
    ed io ho accettato di vivere con te,
    perché mi hai lasciato solo proprio nei momenti
    più difficili?".

    Ed il Signore rispose:
    "Figlio mio, Io ti amo e ti dissi che sarei stato
    con te e che non ti avrei lasciato solo
    neppure per un attimo:

    i giorni in cui tu hai visto solo un'orma
    sulla sabbia,
    sono stati i giorni in cui ti ho portato in braccio".

    RispondiElimina
  6. Quando ci rivolgiamo a Dio, molte preghiere sono richieste. Guardo dentro di me: avrei tante cose da chiedere e da risolvere e sofferenze da lenire. Ma io spesso penso di non meritare nulla. Spesso non riesco a chiedere, ad "andare" da Dio ad "annoiarlo", io goccia nel mare di altre 6 miliardi di gocce. Dio vuole che gli facciamo richieste? Mi domando. Ci penso e mi viene da concludere che lo sappia già: è onnisciente, sa già cosa è bene o male per me. Allora la mia preghiera non sempre è una richiesta, ma un raccontare in fondo a me, che Dio già sa, e dico "ecco, è così" e mi affido... nel mio umile arbitrio cerco la strada "migliore", sperando che Dio illumini i miei passi. Ma ho tanti dubbi. Forse faccio male? Forse è meglio chiedere? Forse no?

    RispondiElimina
  7. Lo stesso anche quando prego per gli altri.

    RispondiElimina
  8. caro anonimo, il Signore sa quali sono i nostri problemi e le nostre sofferenze, ma Lui vuole che umilmente gli chiediamo. Lui vuole che umilmente diciamo: Signore ho bisogno di te ti prego aiutami. Allora Lui ci ascolterà. Chiedi e ti sarà dato.

    RispondiElimina
  9. Che belle parole ti ha detto Gesu' per tutto il mondo e si lo so pultroppo la vita non e un giuoco e seriamente importante che si prega ed io non lo faccio come dovrei dico ogni giorno una preghiera che si chiama la preghiera miracolosa di fr. peter penso che la dovresti conoscere mi fa sentire bene ma ce una cosa che ancora non riesco a fare e soffro tantissimo cioe' perdonare delle persone che mi hanno fatto tanto male soffro mi dispero e prego ogni giorno Gesu che mi passa Dio e grande e dolce e buono voglio il tuo aiuto Gesu con tutto il cuore non mi abbandonare ti prego e tu Dardo che parli con il Signore raccomandami a lui digli tanto che ho bisogno del suo aiuto GRAZIE DARDO..

    RispondiElimina
  10. ti amo GESU' , in te mi abbandono e confido , quanto caos ho creato nella mia vita dimenticandone il senso che sei tu e Dio , ma con te non e' mai troppo tardi e di corsa ritorno a te tra le tue braccia che tempo fa lasciai convinto che le mie gesta di successo fossero merito mio e non fatte tramite i doni che mi hai dato tu , ti chiedo solo una cosa : fa di me l'ultimo dei tuoi servi , ti amo Cristo

    RispondiElimina
  11. Ultimamente ho sempre voglia di pregare e di condividere con gli altri la mia sete di Dio.
    da quando ho fatto un pellegrinaggio in Terra Santa Gesù è entrato più di prima nella mia vita, è il mio più caro amico, quando sono sola gli parlo sempre, spesso lo immagino seduto su una poltrona a casa mia come un normale essere umano che viene a farmi visita e dialoga con me, mi consola quando sono triste. Grazie Gesù, ti adoro!

    RispondiElimina
  12. GESU' esiste ne ho avuto prova in passato e spero che mi aiuterà anche ora che sto vivendo un momento disperato della mia vita. DIO ti prego stammi vicino ho fortemene bisogno di sentire che ci sei e che mi puoi e vuoi aiutare. C'è una frase bellissima che dice "Se DIO non ti ha abbandonato nel passato come potrà abbandonarti nel futuro?" Io ci credo e quindi imploro GESU' di starmi accanto.. in ginocchio ti chiedo esaudisci la mia preghiera ti amo GESU'

    RispondiElimina
  13. IO HO LETTO MOLTO ATTENTAMENTE QUESTO MESSAGGIO,ED è GRAZIE A TE DARDO CHE HO CAPITO UN' ALTRA COSA CHE GESù VUOLE DIRCI.UN ABBRACCIO A TUTTI E KE QUELLI CHE FANNO DEL MALE A DELLE PERSONE SI RENDONO CONTO DI QUELLO KE FANNO...BACI BACI EMANUELA

    RispondiElimina
  14. mi piace il messaggio che dio ti ha riferito e anche se sono ancora piccola capisco che tu-Gesu' sei molto importante e per questo ti dico GRAZIE per tutto quello che hai fatto per me e per essermi stato vicino nel momento del bisogno

    RispondiElimina
  15. grazie gesù di queste tue parole, che ci danno tanta speranza.

    RispondiElimina
  16. Caro gesu' da anni vivo da solo dopo il divorzio,c'e# una grande tristezza nel mio cuore ,ti prego riempila di gioia.Confido e spero in te..

    RispondiElimina
  17. sono in confusione ma leggendo il sogno di anonimo
    mi sono scese due lacrime per l'emozione
    grazie iaio

    RispondiElimina